Home Català / Castellano / Français / English / Deutsch / Italiano Contacta
  Villon       Fete
Intervieni nell'animazione

 

  “FESTES DEL FOC” 2000 [+] [-]

La Dansa Macabra chiamata anche Dansa de la Morte molto probabilmente proviene dal latino Chorea Machabæorum letteralmente “dansa dei Maccabei”, a i suoi origini nel Medioevo (secolo XIV) è si è sviluppato per tutta la Europe: Francia, Germania, Italia, Catalonia... originalmente comme una ripresentazione drammatica per ricordare al popolo la inevitabilità de la morte per essere presto in tutto momento (memento morti = ricordati que tu sei mortale). La prima vittima generalmente è il Papa... Fino ai nostri giorni con celebrazione per tutta la Catalonia con La Dansa Macabra a Verges, La Patum a Berga, Le feste del Fuoco con Dragoni e scoppi di fuoco a Montblanc, Sitges, Valls... Molto spesso la donna e in molte religioni, è guardata como un essere impuro causa del male e del peccato e questo si vede rifletto nella architectura funeraria, l'arte: pittura e scultura.

“ENTRE EL CEL I LA TERRA” 2002-2003 [+] [-]

Corpus Christi è una festa religiossa fondata n' el anno 1264 ed in Catalonia dopo il 1318. Le feste pagane che a la fine della primavera si celebravano nei nostri popoli ed che le classe popolari introdurrebbe a la festa del Corpus: Giganti, Nani, bestiacce aquile, dragoni ed d'altre danse. Le strade sonno piene di tappetti fatti di fiori, rosmarino ed ginestra, tutto legato al ciclo agricola. Le fontane presso gli claustri, giardini ed cortile sonno decorati con fiori ed ciliegie e si fa ballara un uovo zu il zampillo come una ripresentazione della primavera ed de la vitta che rinasce.

FESTES I MÉS

“EL SENYOR DE LES CABRES, DELS RIUS I DE LES MUNTANYES” 2004 [+] [-]

Cartolina di Natale con Gesù, pastore di un piccolo paesino di Saragozza, le suo quattro capre, il cane "Pastora", la colombaia, il eremo della Vergine, la galleria di questa piccola strada dove si svolge la nostra storia. .. ed i suoi paesaggi.

“L'INFERN I ELS PASTORETS” 2005 [+] [-]

Scena pressa dal teatro popolare di Natale dove l'inferno, il fuoco ed gli dimoni trasportano ai cattivi (condannati) ad un inferno pieno di mostrui, bestie feroci, fuoco ed diavoli. È un lavoro critico... ironico…

“EL PI DE CENTELLES” 2005 [+] [-]

La festa del pino con forte reminiscence ancestrali e pagane di culto agli alberi ed di rituali di rigenerazione della natura legati al solsticio d' inverno si celebra il 30 di dicembre. Dopo della mesa alle 7 h. del matino tutti gli abitanti del luego vanno al bosco dove si fa una grande collazione ed di seguito tagliano coll'achia l'albero selezionato. Diritto su un carro tirato per 2 bue, accompagnati per gli trabucchi che sparano riempiendo il cielo di tuoni ed di fumo è portato fino la porta della chiesa dove al suono di “Adesso balla il Pino” si fa ballare una dansa rituale. Una volta dentro della chiesa si appese al rovescio adornato con cialdoni ed cinque manelli di mele fino il 6 di gennaio che sara ripartito tutto tra il popolo comme simbolo della bona fortuna.

FESTES DE LA TERRA

“AL CEL HI HA UN PALLER” 2006 [+] [-]
Collage tritico che ci parla della casa di campagna di Ca n'Argelaguet ed del suo dintorno: gli boschi, la fontana ed la montagna di Sant Lorenzo, di seguito le feste della segatura a Gòsol ed a Forellac con la culminazione del pagliaio, il pranzo ed con il ballo che chiude la festa.

 
© creactivitat